La cucina: che passione!

Oggi avendo donato il sangue sono rimasto a casa e ho deciso di cucinare qualcosa di particolare.

La cucina è una delle mie passioni ma il lavoro e il poco tempo non mi danno quasi mai la possibilità di sbizzarrirmi e provare a fare qualcosa di particolare.
Cosa ho fatto oggi? Beh avevo comprato dello spezzatino al supermercato, ho delle zucche del mio orto in box, e detto fatto: Spezzatino alla zucca.
Di questo piatto se ne trovano diverse versioni in giro per internet ma io ho preferito farlo un po’ classico ma con qualche tocco in più di sapore.

Ho usato come ingredienti: 500gr di spezzatino di vitello, 1 + 1/2 bicchieri di vino bianco da cucina, della farina, una piccola cipolla , 150 gr circa di zucca pulita, 2 cucchiai d’olio extra vergine, 30 gr di burro, un po’ di farina, sale, del peperoncino in polvere,  1/2 dado vegetale e 1/2 dado classico.

Ho fatto scaldare l’olio e ci ho aggiunto il burro, quando si incominciava a sciogliere tutto ho aggiunto la cipolla tagliata sottile, imbiondendola per 5 minuti, passati i quali ho aggiunto la zucca tagliata a piccoli cubetti e ci ho versato sopra il mezzo bicchiere di vino bianco.
Mescolando di tanto in tanto ho fatto cuocere per 15 minuti.
Nel frattempo in un piatto ho messo una spolverata di farina, gli ho adagiato sopra i bocconcini di vitello, gli ho fatto nevicare sopra della farina, e li aggiunti poi, dopo i 15 minuti suddetti, nella padella facendoli rosolare da entrambe le parti. A questo punto ho aggiunto il vino bianco rimasto e un mezzo dado (vegetale), lasciando una fiamma non troppo viva, ho fatto evaporare quasi tutto il vino (ci ha messo circa 15 minuti) per poi aggiungerci un bicchiere d’acqua calda. Mescolando di tanto in tanto, per non fare attaccare, e premendo leggermente con il cucchiaio i pezzi di zucca li ho ridotti in poltiglia, sono passati circa 45 minuti e l’acqua era quasi tutta evaporata. Ho aggiunto ancora un mezzo bicchiere d’acqua e il mezzo dado classico, un pizzico di sale per insaporire un po’. Passati 15 minuti ho alzato la fiamma per far raddensare il sugo.

In pratica dopo un’ora e mezza lo spezzatino era pronto e servito in tavola con un po’ di peperoncino sopra. Mentre lo spezzatino avanzato l’ho messo, una volta raffreddatosi, in un contenitore ermetico in frigo.

Ora mi accingo a preparare una crostata di banane e amaretto trovata in un sito di cucina: Quaderni di Ricette

Annunci

23 thoughts on “La cucina: che passione!

  1. Ma quante qualità hai Marinz? Non solo dono il sangue ma sai anche preparare dei piatti che, solo a leggere la ricetta, fanno venire una fame… ehm, un appetito! :)
    Hai già preparato anche la crostata?

  2. @roby quella è la birra… amaretto e banane cotte non sono così caloriche quanto la birra che ci bevi dietro :)

    Grazie a tutti gli altri per i complimenti :)

  3. @happy ma come sei mattiniera!!!
    Cmq si conosco un po’ di ricette e altre le trovo in giro, sto scoprendo ultimamente anche internet come fonte di ispirazione :)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...