Il Gusto del Silenzio

In questi giorni, che hanno preceduto la fine dell’anno, ho avuto modo di riscoprire il silenzio, il Gusto del Silenzio.

Perché il termine gusto? Perché il silenzio va assaporato, gustato, fatto scendere in noi. Deve pervadere i nostri sensi, la nostra anima e il nostro cuore. Potrebbe essere paragonato allora all’odore di un ottimo cibo, di un buon vino, di un profumo particolarmente bello, ma sarebbe una cosa effimera, che rimane nell’aria qualche istante e poi svanisce; invece il silenzio lascia un qualcosa che non svanisce, che piano piano permea il mio essere e si diffonde in esso riportando un equilibrio e una pace che nella frenesia della società moderna si sta perdendo.

Il Silenzio questo misterioso stato che ci porta a essere noi stessi, che ci distacca dal quotidiano, dove per isolarsi ci vogliono un paio di cuffie o casse, che fa emergere le nostre paure, le nostre inquietudini e ci porta a pensare, altra cosa difficile oggi, al nostro essere uomini.

Il Silenzi ci mette di fronte alle scelte, ci scombussola talmente tanto che vorremmo scappare ma sappiamo che se rimaniamo e lo affrontiamo ne usciremo sicuramente rafforzati, più noi, più veri e più vivi, sempre più in grado di staccarci dal quotidiano e riflettere le scelte da fare senza farsi trasportare dalla folla urlante.

Questo è il primo post dell’anno e vi auguro che possiate anche voi Gustare il Silenzio in qualche attimo, o per tutto quest’anno.

Annunci

9 thoughts on “Il Gusto del Silenzio

  1. Credo che spesso abbiamo un po’ paura del silenzio perché ci fa ritrovare a tu per tu con il nostro io ed i nostri pensieri, che il chiacchiericcio copre e nasconde.

  2. Il gusto del Silenzio… è una di quelle cose che, personalmente, posso assaporare raramente, come le aragoste.. per questo quando si ha l’opportunità di gustarlo nella sua bontà ne si apprezza pienamente l’essenza *-*

  3. Hai toccato un Grande tema … Un argomento molto importante e delicato. Purtroppo il Silenzio è poco amato, abituato com’è questo nostro mondo al rumore e alle parole. Ci si nutre di parole mentre è il Silenzio a nutrire il Pensiero, attraverso i sensi, le percezioni. Perdiamo la capacità di percepire proprio perchè non impariamo l’amore per il Silenzio. Infine: per molti il Silenzio è solo assenza di suoni …. mentre è molto, molto di più.
    ciao Marinz. Celeste

  4. Non dico niente di nuovo, ma io amo il silenzio che lascia fuori i rumori, le dispute, i pettegolezzi, l’assurdo vocio del vivere quotidiano.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...