Nel Darfur non c’è stato genocidio

E si torna a parlare di Sudan… ieri, per la prima volta nella sua storia, la Corte Penale Internazionale, ha autorizzato l’arresto del presidente, in carica, del Sudan Al Bashir.
La risposta del presidente sudanese non si è fatta attendere espellendo diverse ONG, tra cui Medici Senza Frontiere, causando così un blocco di aiuti umanitari in un paese dove povertà e malattie sono all’ordine del giorno. Oggi, oltretutto, anche la Cina, uno dei paesi che non ha firmato il trattato, insieme a Stati Uniti, Libia e Iran, chiede che venga ritirato il mandato di cattura perchè, credo, che il potere economico valga di più di "poche" vite umane. Vite umane che non sono state prese in considerazione per l’accusa che si è ridotta da genocidio a crimini contro l’umanità "sminuendo" tutto quello che è stato fatto nel Darfur in questi anni.
Mi sto domandando che differenza c’è tra i due termini e non ne vengo a capo… secondo me hanno lo stesso significato cioè quello di violare quello che di più grande c’è al mondo: la Vita.
Ho visto, nel 2003, la tragedia dovuta alla guerra con i profughi nella periferia della città o la desolazione del territorio più si andava verso sud e, nonostante tutto, la dignità di un popolo che continuava a voler vivere e ricreare un paese povero, anche se iniziavano ad arrivare le prime industrie straniere, in accordo con Al Bashir, per sfruttare le risorse petrolifere che si erano appena trovate… e da qui si capisce perchè Cina e Stati Uniti non hanno firmato la ratifica del mandato di arresto, mentre per Libia e Iran è una questione politico/religiosa essendo tutti ancora dei paesi dove esiste ancora la legge islamica.

Oltretutto da dicembre stavo pensando di tornare per finire, controllare e iniziare un nuovo progetto e la decisione dovrebbe essere presa, tra marzo e aprile, con il responsabile della scuola di Khartoum che è di passaggio in Italia. Chissà se si riuscirà… io spero vivamente di si.

Annunci

20 thoughts on “Nel Darfur non c’è stato genocidio

  1. @happy credo che sia questione di settimane… non so ancora se il responsabile della scuola in Sudan riesce a venire in Italia con quello che sta succedendo… aspettiamo e speriamo :)

  2. Mi verrebbe da dire “mi dispiace se parti”, ma credo che il bene di quegli sventurati bambini venga prima del mio piccolo egoismo.
    Perciò, Marinz, aspettiamo e speriamo.

  3. incredibile…
    incredibile nel vero senso della parola. Non si può credere quello che sono capaci di fare chi è al potere.

    detto questo ti auguro di partire…
    facci sapere!
    Anto

  4. Ti auguro di raggiungere ciò che ti sei prefissato, il tuo desiderio riflette la positività del tuo animo.
    Hikmet lascia dei versi molto significativi come avvertimento…..
    ” è perché restino cieche le vostre mani, come le tenebre,
    ubbidienti come cani da guardia,
    cedevoli come l’argilla,
    è perché non si ribellino, le vostre mani,
    è perché in questo mondo mortifero,
    dove tanto si desidera vivere
    e dove voi troppo vivete penosamente,
    le vostre mani possano
    senza fine servire
    l’oppressione e la schiavitù.”

  5. @Jul forse non si è capito: intendo che vorrei andare nelle settimana di ferie di agosto come ho fatto nel 2003… trasferirmi mi piacerebbe ma tecnicamente, per ora, non posso farlo :)

    Ps quello scritto qui vale per tutti :)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...