La fragile strada

E’ una domenica di quasi inverno e l’acqua che scende copiosa da stamattina, accompagnata da un freddo pungente, di un autunno ormai inoltrato, porta con se tanti pensieri. E mentre cala la sera mi ritrovo a guardare una foto scattata un mese fa in riva al mare, dove una distesa di piccole conchiglie, bianche e rosa, lastricavano la spiaggia, disegnando una strada che non si sapeva da dove iniziava ne dove finiva.

La vita è così strana, a volte, che ti lascia in questa strada bella a vedersi, ma fragile sotto i tuoi piedi, e non sai fino a dove la potrai percorrere, senza sapere quanti "gusci" rotti o incrinati lascerai alle spalle, ma con la consapevolezza che camminandoci sopra non affondi negli affanni sabbiosi della vita.

Annunci

8 thoughts on “La fragile strada

  1. Già, ci soffermiamo spesso a pensare sul comportamento altrui, ma quasi mai riflettiamo su quante conchiglie, più o meno consapevolmente, abbiamo calpestato e spezzato.
    La vita è proprio strana.

  2. riflessione impegnativa, caro Branz!. Vita come strada senza indicazioni sul dove andare, conchiglie frantumate sotto i piedi che ci lasciamo alle spalle, l’onda che cancella le impronte, forse per sempre…ma si chiama vita oer questo, o no? Un sorriso per te.

  3. Le strade della vita sono infinite …. a volte sono costellate di buche e pozzanghere da evitare .. altre  sembra che franino sotto i nostri piedi .. altre ancora sarà come correre a piedi nudi sulla spiaggia o su un soffice manto erboso ..
    Spesso capiterà di sentirsi smarriti .. altre felici .. credo sia ineluttabile ..
    "non affondi negli affanni sabbiosi della vita".
    è davvero una gran bella frase.. densa di significati amara ma allo stesso tempo carica di aspettative ..
    un caro saluto

  4. Ciao Marinz
    Non c’è la consapevolezza che non si sprofondi…
    O almeno IO non l’ho mai avuta.
    So di porcedere e SO che posso sprofondare da un momento all’altro.
    Non sapro’ mai se sto per mettere un piede in fallo se non …. quando sa per accadere ….
    Posso eventualmente correggere il passo.. forse.
    Tante strade nascondono trappole e buche non visibili.
    Questa è la vita. E anche il bello della vita…
    Si, perchè insieme all trappole si nascondono anche alcuni tesori che con l piedino nudo …. a volte possiamo toccare e scovare.

  5. perdono perdono ho scritto branz anziché marinz …ma questa è l’età che avanza…a proposito: oggi è il mio compleanno, vieni a prenderti una doppia fetta di torta!!!

  6. Spesso si può perdere la via, ma dobbiamo cercare la forza dentro di noi per ritornare a percorrere la nostra strada e vivere la nostra vita senza paura di soffrire, anzi, capire il perchè della nostra sofferenza, delle nostre sconfitte, per poter risorgere e combattere e vincere meglio le nostre debolezze ed andare avanti con .. un sorriso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...