Un semplice Grazie

Torno a scrivere dopo un po’ di tempo ma gli impegni sono stati davvero tanti e altresì mi sono capitate alcune cose.
Una di queste è stata la visione di un film molto carino e vorrei soffermarmi, oltre a tanti temi che si possono trattare, su un semplice fatto: non sempre le cose fatte sono fatte con secondi fini o perchè si vuole qualcosa in cambio.

Credo che la società in cui siamo ci abbia insegnato che molto spesso, per non dire sempre, dato che di esempi, anche ai giorni oggi, ce ne sono, che se si da qualcosa si vuole qualcosa in cambio.

Sinceramente questa logica a me non piace perchè ho sempre immaginato il mondo Libero, di una libertà che deve essere disinteressata altrimenti non sarebbe libertà… fare un regalo non significa volerne uno in cambio… donare del tempo non significa che appena sei libero mi devi aiutare… l’aiuto deve essere spontaneo altrimenti si innesca una spirale che degrata tutto… prendiamo l’Amicizia, quella con la A maiuscola, dove tutto è semplice e il dono è Gratuito se questa dovesse diventare di un continuo contraccambio piano piano si perderebbe la magia e l’aspettarsi qualcosa diventerebbe il dovuto e non la sorpresa di ricevere qualcosa.

Si potrebbe continuare a parlare di dono, o dono, in vista del Natale, dove i regali si sprecano e non si pensa alla reale esigenze delle persone… a volte basta davvero un Sorriso donato con gioia per cambiare la giornata a qualcuno.

Mi hanno sempre insegnato che c’è più Gioia nel dare che nel ricevere… e dalle mie esperienze, soprattutto africane, lo sento davvero come un grande insegnamento!

Quindi ti lascio un sorriso virtuale a te che passi :)


Ps il film è "Ti va di ballare" ed è preso da una storia vera

Annunci

11 thoughts on “Un semplice Grazie

  1. Che argomento immenso  hai toccato questa volta!

    Personalmente posso condividere che non ci si debba aspettare di essere ricambiati al centesimo, ma per la legge dell’ equilibrio quando si dà si deve ricevere: quando i genitori danno, i figli che ricevono devono ricambiare con il rispetto , dato che non hanno loro mezzi, ad esempio.
    Che questo debba essere dettato dall’Amore da entrambe le parti va da sé.

    Certo che c’è più gioia nel dare, nel sentirsi utili che nel ricevere.
    Ma devi anche pensare alla legge del Karma che dice "ciò che dai, ricevi", per questo se ricevi devi dare, altrimenti ti verrà tolto! 
    Penso sia questa la ragione per cui , nonostante l’Amicizia, se solo uno dei due dà a lungo andare ci si senta sfruttati!

    Altro discorso ovviamente è la tua esperienza Africana.

    Un sorriso!

  2. condivido quello che hai scritto tu e, in parte, anche l’appunto di ontanoverde. A volte sentiamo il bisogno di sapere che non stiamo gettando al vento il seme prezioso della nostra disponibilità, del nostro bene, della nostra attenzione, ma che attecchisce rigoglioso in un terreno che darà i suoi frutti. Non dare per avere. Ma ogni tanto, un piccolo segnale di gratitudine, a me, fa piacere. Un abbraccio carissimo.

  3. E’ bello dare, ed è vero che dopo aver donato, si sente gioia dentro il cuore. Però non sempre si può essere cos’ disponibili e disinteressati. Senza cadere nel miserando "do ut des", a lungo andare si avverte il bisogno di essere ricambiati, anche e soprattutto per capire di "essere ricambiati" nell’affetto , che non si tratta di un’amicizia a senso unico.
    Naturalmente, aiutare i disperati è un’altra cosa e anche regalare un sorriso dovrebbe venire spontaneo.

  4. sono concorde in tutto e per tutto con il tuo pensiero..

    .. si dona per il semplice piacere di farlo, per sapere di poter essere stata in qualche modo di aiuto o di conforto a chi ne aveva bisogno .. .. nella mia vita mi è capitato assai più spesso di "dare" piuttosto che "ricevere"
    .. ma non importa sapere di averlo fatto e aver magari ricevuto in cambio un grazie o anche un semplice sorriso, mi ripaga in parte delle volte ero io ad aver bisogno e nessuna mano si è protesa verso di me.
    un abbraccio

  5. Già…
    Ma amare in modo disinteressato è difficile.
    Tantissimi sono i pertugi, piu’ o meno nascosti della coscienza dentro i quali si nascondono le aspettative. E sono fatti insiti nella natura umana.
    Io di solito diffido da chi dice di amare incondizionatamente. Lo crediamo piu’ o meno tutti ma accade davvero?
    Vogliamo parlare dell’amore per i figli?
    Quanto, Marinz, è davvero AMORE libero, quello puro, vero, che ama e basta?
    Mi piace essere a volte così dura, ma il tempo regala concretezza. Nel bene e nel male.
    Cio’ che tu scrivi del post, parlando della gioia nel dare è un valore stupendo ma anche molto ma molto raro.
    Poi c’è l’altro aspetto: quello di quano resti con un groppo in gola, con le lacrime agli occhi e con un senso terribile di delusione e di frustrazione perchè hai dato perle ai porci . Succede anche questo. Allora sigifica che bisogna essere anche cauti.  Non tanto per non soffrire ma anche per eventualmente distribuire al meglio le proprie risorse e le proprie energie.
    Sono preziose… Appunto.
    Un abbraccio

  6. é vero anche per me,
    il metro per misurare la vera Amicizia è proprio quello del dono gratuito…
    In questo periodo di doni se ne faranno parecchi nella speranza di riceverne altrettanti, ma spero che si capisca prima o poi che solo per il fatto di aver qualcuno a cui fare un regalo, sia già di per sè un DONO!
    Un abbraccio,
    giusy

  7. Capisco il tuo pensiero ma non l’impostazione del ragionamento.
    La società non ci INSEGNA  ma tende ad  imporre un modello ‘contrattuale’ che dipende da noi accettare o meno.
    E dunque ci si puo’ chiamare fuori e molti (i silenziosi) non sono dei meri calcolatori del do ut des  e ritengono che un sorriso non sia un dono da elargire ma una impostazione di vita.

    sheragraziedelsorrisoche..raddoppio

  8.  bene sei  gentile ma la canzone di Celentano la conoscevo:  è la prima che cantava mia mamma (o nonna) che era ante celentano. Forse su google?

    sherzamerciebien

  9. Grazie mille per il sorriso…
    E’ vero, tante volte è così bello dare, che non si desidera nulla in cambio, se non un gesto di affetto…peccato che a volte si dimentica tutto ciò…
    Buone feste, che siano piene di sorrisi!!!
    Carmine

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...