Ostensione e altro

Ho tante cose da dire, da quelle più serie a quelle meno, e parto da quella più seria: Ostensione della Sindone.

Sabato, penultimo giorno di ostensione, nonché vigilia di Pentecose, mi sono recato a Torino per vedere il Sacro Lino. Sono state dette e scritte tante cose, tante le prove fatte per dimostrare se sia o non sia il sudario che accolse il corpo mortale del Cristo e quindi, se fosse quello, che l'immagine impressa sia quella della Risurrezione.
Credo che se uno, di qualsiasi credo religioso, si ferma a guardare quei "segni" sulla stoffa e si concentra su quel volto che appare ben chiaro nel mezzo, non può che rimanere meravigliato e attratto da qualcosa di inspiegabile che, nello stesso tempo, ti scombussola e ti da pace. E trovo le parole del Cardinal Poletto molto belle e pronfonde e rispecchiamo le mie sensazioni: il volto tumefatto e macchiato di sangue appare dolcissimo nella serena solennità della morte.

Ho fatto alcune foto, che si accodano a quelle che devo sistemare, e prometto che lo farò prima dell'estate.

Passando alle altre cose confermo che il volo di andata e ritorno per la Spagna è prenotato, quindi il primo di agosto inizierò quello che è un sogno da diversi anni: il cammino verso Santiago sulla via de la Plata.
Sto già studiando i vari posti dove mi fermerò ma credo che molto andrà a giornata perchè, il vivere da pellegrino, non prevede troppo un'organizzazione dettagliata le uniche certezze saranno la partenza, Salamanca, sperando di arrivare, dopo 16 giorni avendo percorso quasi 500km, a Santiago per poi fermarmi qualche giorno a Casa Leiras dal mio amico Andrea.

Ora finisco con le cose meno serie di cui faccio un sunto:
– il mio echinopsis ha fatto i primi due fiori della stagione il giorno della visita alla Sindone
– le attività varie stanno finendo, tranne il teatro, e sono contento di come siano andate
– domani, il 25 maggio, si celebra il Towel Day.

Precisazione sul Towel Day: se vedete qualcuno girare con un asciugamano non prendetelo per pazzo. Se poi questa persona, alzando il pollice al cielo, scompare davanti a voi vi raccomando una cosa: Don't Panic!!!!
Beato colui che sarà in viaggio verso planetarie destinazioni, e se capiterà a me, spero ci sia una connessione attiva per potervi salutare da lassù :)

Annunci

6 thoughts on “Ostensione e altro

  1. nOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOIL CAMMINO DI SANTIAGO BELLISSSIMOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOè anche il mio sogno chissà se un giorno lo farò…pezzettino che di più non mi arregge il fisico…ecco perchè te sei sparato tutte le maratone della regione! :Dvoglio un resoconto fotografico e narrato quindi mentre te bucherai le vesciche e metterai i piedozzi a riposo scrivi ! ;Dsciaooooooooooooooo

  2. sulla sindone proprio una decina di giorni fa ho visto un documentario su come furono fatte i test per verificarne la'autenticità.. ed immagino che vederla deve essere stato emozionante.. e questo indipendentemente da quello che possano essere le prorpie credenzementre per il viaggio che stai per intraprendere.. sai che è una delle cose che vorrei tanto fare anche io, ma dato che non se e quando sarà possibile mi aspetto che tu da caro amico quale sei   farai per noi uno splendido servizio fotografico e resoconto al tuo ritorno per metterci al corente dell'esperienza..ed è bello anche quando il Blog insegna non sapevo nè conoscevo il Towel dayun abbraccio

  3. E' bello leggere il tuo post: niente rabbie contro la società e/o l'umanità, niente tormenti/incomprensioni/invettive. Riesci a trasmettere un senso di serenità incredibile.

  4. Anch'io spero di poter fare un giorno il cammino di Santiago….Per quanto riguarda la sindone, sicuramente un bel mistero da studiare ma credo poco che sia appartenuta a Gesù

  5. Ciao Marino.Allora: la Sindone io non l'ho mai vista. Non so se andro' a vederla.Tanto si è detto, confermato, poi smentito.. e tanto se ne dirà.La questione, lo sappiamo bene, non è se sia autentica o meno, so che tu la pensi come me.La questione è la fede che prescinde e DEVE prescindere da un lenzuolo, come da una mangiatoia come da una pietra di un sepolcro etc.La fede è oltre il simbolo, oltre le cose toccabili e visibili.Guai se la fede co fosse perchè le cose "possono essere verificate".Il Lenzuolo, sia che abbia accolto il corpo di Cristo e meno, non ha grande importanza. E' un simbolo. Ognuno poi dentro al proprio cuore gli da' il significato che crede. Si sente con il cuore, non con occhi e mani e orecchi….Compostela:ne abbiamo parlato a voce e tu lo sai, fa parte di uno dei miei progetti. Anche questo "cammino" per me va oltre il percorso di fede. E' una ricerca, una esperienza di solitudine e di riflessione. Un invito, un incontro con il Silenzio e con sè.Da li si puo' arrivare all'incontro con il Tutto, con Dio o semplicemente con la consapevolezza di sè e un dialogo con la propria coscienza.Ti invidio (nel senso buono si intende) per qeusta esperienza… che comunque un giorno faro'. Ora mancano i presupposti per differenti ragioni, prima fra tutte quella di non averci pensato abbastanza, di non aver preparato nulla. Forse, per me, non è "il tempo giusto".A prestoe un abbraccio, come sempre, di cuore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...