Marte non è poi così lontano

Oggi 4 giugno 2010 ho fatto una cosa da matti… ma più che da matti è stata una cosa da marziano.
Vado in ordine cronologico per spiegare che cosa ho fatto insieme ad altri 30 "podisti da Marte".
Dopo mesi di preparazione e mail stamattina all'alba delle 2:00 ci siamo ritrovati in piazzale Corvetto per prendere il pullman che ci avrebbe portato a Modena. C'era chi era già in tenuta da corsa, chi era con la tuta, chi con in jeans e la borsa per potersi fare anche la doccia dato che era previsto di tornare in tempo per potersi recare al lavoro.

Alle 2:30 ci si muove e si imbocca l'autostrada, e dopo una breve sosta, si giunge in perfetto orario, 2 ore di viaggio programmato, a Modena e ci si porta al punto di ritrovo e partenza della 5.30 run. La corsa si chiama 5.30 per due semplici motivi:

  • il percorso è lungo 5km e 300 metri
  • il via è dato alle 5:30 precise

Appena sceso dal pullman mi ha accolto un gradevole profumo di tiglio in fiore, chi era allergico sicuramente non ha avuto la mia stessa reazione, che si diffondeva nell'aria silenziosa di un'alba che non da li a poco sarebbe arrivata. Nel cielo faceva capolino una luna, prima velata, ma poi ben luminosa nella sua fase calante che piano piano precedeva il rischiararsi del cielo azzurro, ma anche leggermente velato.

Dopo aver depositato le borse ci siamo spostati in zona partenza: alcuni erano vestito con vestaglie, altri con il pigiama, cosa che purtroppo io non ho fatto in tempo a recuperare, per far vedere che chi arrivava da Milano si era letteralmente catapultato giù dal letto pur di esserci. Dopo di ciò, come per ogni missione marziana, ci sono stati dati i fiori che avremmo regalato agli altri partecipanti od a eventuali passanti che avremmo incrociati. Sui fiori era attacco il bigliettino indicante chi eravamo, Podisti di Marte, e per quale associazione avremmo corso, in modo che ci lo avesse ricevuto poteva cercare in internet tutte le informazioni che voleva. Come per la Relay Marathon di Milano anche questa volta ho corso per l'AEVO, Associazione Ascolta e Vivi Onlus.

Alle 5:30 precise c'è stata la partenza e il percorso è stato molto bello. Si è passati per il centro storico di Modena e nel parco, dove ai lati del viale centrale, oltre ai tigli che non sono quasi mai mancati e che ci hanno accompagnato con il loro profumo, c'erano dei rosai davvero belli con le rose fiorite il cui profumo si mischiava con il dolce del tiglio.

Finita la corsa, e dopo aver distribuito tutti i fiori, abbiamo ritirato la maglietta della manifestazione, delle ciliege di Vignola e un bicchiere di the e ci siamo recati a farsi la doccia e alle 6:30 eravamo quasi tutti pronti per salire sul pullman che ci avrebbe riportato nel quotidiano.

Più che una gara, era ed è stata una festa. E la prossima tappa della 5.30run sarà a Milano a settembre!!!

Annunci

8 thoughts on “Marte non è poi così lontano

  1. anche qui da me, in Sassuolo City, i platani/tigli (non so quali dei due siano) sono in fiore e profumosi…e hanno cominciato proprio oggi a profumare così!Cos'è sta cosa dei fiori?Che bella che è!Sù sù, l'anno prossimo ci troviamo alla marcia dei tori sull'appennino…!!un saluto e un buon wechiara

  2. Ma sei davvero una persona in gamba, Marinz, e con un cuore grande così!…E pensare che io mi sono alzata alle 6.00 e mi sentivo una vittima della crudele società fondata sul lavoro! :)

  3. Credo che non sarei mai in grado, nemmeno se ne dipendesse la mia propria vita, di uscir di casa alle due di notte per andare a correre a Modena alle cinque e mezza del mattino.Mai.Massimo rispetto

  4. @Chiara la storia dei fiori è semplice e bella: in pratica si corre per "sponsorizzare" una associazione e quindi farla conoscere. Alla partenza della manifestazione prendiamo dei fiori finti da distribuire. I fiori hanno attaccato sulle foglie un foglietto con il logo dei "Posisti da Marte" e i riferimenti, logo e internet, dell'assocazione. Magari tra i fiori dati qualcuno, incuriosito, va a guardare in internet e magari fa una donazione.@Happy e @Lucia Grazie mille del commento!!! :)

  5. quando uno è matto è matto…. non c'è niente da fare…psnon è che invece di correre hai fatto l'autostop in accappatoio mentre un'astronave ti sfrecciava sopra girando gettandoti una scala di corda?Ok… tra matti ci si intende…bacio

  6. io direi che è stata una cosa meravigliosa quella che hai fatto .. un agiornata davvero memorabile.. ahh il profumo dei tigli quanto mi piace, la tisana di tiglio tra l'altro è anche molto buona e rilassantepasseggiare per Modena deve essere stato entusiasmante ancor più per una causa importante, sei davvero un abella persona, come poche sempre impegnato per gli altri,un caro saluto e un abbraccio

  7. Caro Marinz, sono ioloso! E' bello ritrovare i tuoi post delicati: persino la sveglia nel cuore della notte e una corsa all'alba, letta con le tue parole sembra il delicato profumo del tiglio che si diffonde nell'aria…Una piccola poesia! P.S. la prossima volta non mi ripresenterò come ioloso, ma come TdM…mi riconoscerai???

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...