Missione Marziana per Theodora

Non ci sono parole per descrivere questa missione marziana, anzi forse come dice il capitano, ne basta solo una
GRAZIE!!!

Foto di Lorenzo Ravelli

Ma partiamo da giovedì quando è arrivata la mail, a circa 25/30 marziani, che si erano resi disponibili per l’organizzazione. La mail indicava i “responsabili” (o meglio dire irresponsabili), che dovevano gestire i gruppi, con i loro rispettivi colori, e questo ha scatenato la voglia di tornare bambini, come succede spesso con i Podisti da Marte, invadendo dei cinque colori ufficiali, per questa missione, i diversi social network cercando di invitare e accalappiarsi più runners possibile per la proprio “squadra”.

Questo balletto di colori è andato avanti fino a stamattina, domenica, “catturando” le diverse persone che arrivavano per partecipare con Theodora alla missione. Sono andate via 500 magliette e nasi rossi in un’ora, facendo a gara chi finiva prima i propri kit.

E poi ci si è apprestati alla partenza dove abbiamo ricordato con un minuti di silenzio il vigile Niccolò Savarino ucciso due giorni fa a Milano mentre era in servizio. Va ricordato infatti che nel manifesto marziano, tra le linee guida, c’è scritto: i Vigili Urbani sono nostri grandi amici!!!

E poi il primo gruppo, che avevo l’onore di “guidare”, è partito gridando il suo numero 4 (primo numero per mandare un SMS per Theodora 4 5 5 2 0) attraversando diverse strade di Milano, scortati dai vigili urbani, con il classico sorriso, la grande confusione, regalando fiori e dispensando gioia e curiosità nelle persone che si incontravano. E via, successivamente, verso San Fedele per la foto di gruppo e il passaggio in galleria per sbucare in Duomo: voltarsi indietro, per aspettare il gruppo, e intravedere gli altri gruppi che arrivavano dava un’emozione fortissima rendendo davvero speciale questa giornata.

Foto di Dominic Rowsell

Arrivare in piazza Duomo, incrociarsi con gli altri gruppi, fare il flash mob, prima il numero dell’SMS da mandare e la N in ricordo di Niccolò, ripartire e incrociarsi con gli altri gruppi, tornare in Duomo e poi in piazza della Scala a fare due grandi Nasi Rossi sempre cantando, ballando, fischiando, salutando, donando sorrisi e fiori (non mi stancherò mai di ripeterlo), spiegare alle persone per chi stavamo correndo e facendo questa manifestazione, che subito componeva l’SMS per donare i 2€ euro, fino a finire il tutto in piazza San Carlo liberando i palloncini e sciogliendoci in abbracci con tutti i vecchi e i nuovi amici con cui abbiamo condiviso questa missione.

Ultima nota finale: Milano ci ha regalato una giornata fredda, dopo diverse giorni di temperature miti, ma questo non ha fermato nessuno di noi, anzi il nostro colore, sorriso, casino hanno riscaldato i nostri cuori e di tutti quelli che abbiamo incrociato. Posso permettermi di dire che i Marziani hanno scaldato Milano come i Clown portano il calore del sole ai bambini che chiusi in ospedale.

Foto di Dominic Rowsell - Carica Marziana

Annunci

3 thoughts on “Missione Marziana per Theodora

  1. Pingback: Fondazione Theodora e il Vigile Niccolò Savarino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...