Volevo essere una Stella Cometa

In questo ultimo mese avevo un po’ perso lo “Spirito del Natale” un po’ perché stressato dal lavoro un po’ dalla frenesia e un po’ dal susseguirsi di tante attività. E anche per partecipare alla missione marziana non aveva pensato a come “truccarmi” per la classica CHRISTMAS MISSION dei Podisti da Marte pre-natalizia.

Così l’altra sera, arrivando a casa dopo l’ennesima “festa” natalizia, preparando la borsa e guardando le magliette che avrei indossato, mi sono detto: beh potrei fare la Stella Cometa Marinz. Un po’ per darmi un tono e un po’ perché, essendo portabandiera, sarai stato quello che tutti avrebbero seguito.

Di questa scelta non ne ero totalmente convinto e fino all’ultimo mi sentivo una stella cometa spenta… un asteroide che seguiva l’attrazione gravitazionale senza pensare troppo a quale traiettoria scegliere, un po’ come le migliaia di persone che vivono un natale all’insegna del consumismo o sul perché bisogna cmq festeggiarlo nonostante tutto.

Tutto questo finché non mi sono trovato in mezzo agli altri marziani. Chi era vestito di lucine, chi aveva un cappello ad albero, chi era una renna, chi era un cartellone della tombola o un calendario di dicembre a forma di albero, un pupazzo di neve (che a dirla tutta sembrava più uno spaventapasseri imbiancato) e c’era anche la slitta con BabboBefanaNatale. E bastato questo clima a farmi riaccendere quella fiammella dello spirito che si stava assopendo. I sorrisi, i saluti, i vestiti raccolti, le donazioni, la voglia di fare casino per augurare ad una buia e indaffarata, nonostante l’ora, Milano un buon natale fuori dalla norma: un Buon Natale direttamente da Marte.

In fondo basta davvero poco per essere contenti, per far passare un momento diverso a chi è in coda o sta uscendo da un negozio, a chi è grigio dentro perché non vede il giallo del sole o di Marte (dipende dai punti di vista).

Ecco questo deve essere lo Spirito del Natale: un semplice dono come un sorriso o un fiore a chi si incontra. Basta questo per far cambiare la giornata a qualcuno.

Ed oggi io mi sento una stella cometa molto più luminosa.

Foto di Antonio Capasso

Foto di Antonio Capasso

Annunci

2 thoughts on “Volevo essere una Stella Cometa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...